Orgoglio Partenopeo

Loading...

martedì 24 febbraio 2009

Dolce di Carnevale + proverbio

Se in Svezia qualcuno mangerà Semla (una sorta di maritozzo Svedese\Finlandese) a carnevale, nella terronia partenopea si gusteranno altre prelibatezze.

Quella che io prediligo, è il migliaccio (sfogliata povera secondo wikipedia, ed in effetti così è).

Disponibile in due varianti (a seconda se ricoperto sopra e sotto di pasta frolla oppure no), per prepararlo occorrono:

  • 250 gr di semola
  • 500 gr di ricotta
  • 5 uova
  • 500 gr di zucchero
  • 1 scorza di limone ed una di arancia, entrambe grattugiate (a me non piace così, non tanto per il sapore che è ottimo, quanto per il fatto che mi piace "liscio" l'impasto, tuttavia le scorze rappresentano un elemento che non può mancare assolutamente)
  • 1 fialetta di aromi millefiori.
Preparazione:

Far bollire l'acqua in una pentola abbastanza grande insieme al latte (3\4 d'acqua e 1\4 di latte, ma è una proporzione fatta a occhio perchè la ricetta è stata segretamente da me trafugata a mia nonna che fa tutto a occhio).
Aggiungere la semola un pò alla volta, mescolare e spegnere la fiamma.
Stemperare e aggiungere un pò alla volta tutti gli ingredienti (io metterei tutto insieme ma non mi assumo responsabilità :P).

Versare il contenuto in uno stampo adeguato (o ruoto come si usa dire in terronia) e cuocere a 200°.

Una volta tirato fuori dal forno e fatto ben raffreddare, spolverare con zucchero a velo.


Buon appetito.




Proverbio (questo invece trafugato a mio nonno):
"Chi 'a fatt' 'o migliacc' e nun' m' rà na fell', se n'adda carè 'o cul' cu tutt' a tiell' "

traduzione simultanea:
"Chi ha preparato il migliaccio e non me ne offre una fetta, che gli possa cascare il culo con tutto il pentolame"
(il significato preciso di tiella è oscuro al fior fiore di linguisti quindi pecchè l'avessa sapè io quì presente???).

p.s. non sono disponibili foto dello stesso, in quanto mentre scrivevo....si sò mangiati tutto e non mi hanno lasciato nemmanc' e mullicr'!!!!

9 commenti:

  1. (sospiro)
    non devo più fare pausa-blog di pomeriggio: tra il tiramisù di dok e il tuo migliaccio, sono fortunata se arrivo alle 7 di stasera O_O

    RispondiElimina
  2. mi dispiace.
    ho evitato di postare prima di pranzo apposta...

    RispondiElimina
  3. don't worry... avrebbe sortito il medesimo effetto ;-) (sono una buona forchetta, soprattutto x i dolci) :-D

    RispondiElimina
  4. Ma che migliacciooooo...

    E' quasi Pasqua, ergo PASTIERA! Gghhghghghghg

    RispondiElimina
  5. Se pastiera...
    ti ricordo che lo scorso anno proprio in concomitanza con la pastiera, ti sei messa a dieta.


    L'avvocato delle cause perse :P
    semplicemente ridicolo mettersi a dieta a Pasqua!!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao Top
    mi hai messo l'acquolina in bocca. sai bene che amo le cose dolci.

    cmq anche da noi sappiamo bene cos'è la tiella. su molte voci sono sicuro che dialetti campani ed abruzzesi collimano.

    ciao
    Xunder

    RispondiElimina
  7. Non ero sicurissimo sulla tiella, per quello ci ho anche scherzato un pò su.

    Ebbe tenta di fare un migliaccio e vedi un pò cosa ne cavi :D

    RispondiElimina
  8. yaahhaa..in Finlandia si chiama Laskiaispulla.. la devo ancora assaggiare.ma rimedieró al piú preso in tuo onore.

    RispondiElimina
  9. In mio onore?
    che razza di scusa ahahaha

    ciao.

    RispondiElimina

Lascia pure un commento :)