Orgoglio Partenopeo

Loading...

domenica 31 agosto 2008

La meritocrazia

E' mia abitudine seguire i blog degli Italiani che si trovano all'estero per cercare di capire un pò come si vive fuori, come un Italiano vede l'Italia da fuori e come gli stranieri ci vedono.
In particolare seguo quelli di Italiani in Irlanda ed in Svezia,
perchè sono notoriamente innamorato di questi due paesi.

L'altro giorno un blogger Italo\Svedese che scrive da Uppsala, Gatto solitario,
ci ha reso partecipi di un suo recente ed importante successo lavorativo.
Gatto è originario di Napoli ma fa il ricercatore in Svezia presso l'università di Uppsala (a nord di Stoccolma).
In questo suo post, ha condiviso con noi la gioia di vedere pubblicato un lavoro suo e del team di cui è parte, su una prestigiosa rivista scientifica come Nature.
E' significativo un pezzo che io copio ed incollo pari pari perchè mi ha colpito molto:

"Alla faccia di tutti i figli di professori universitari che ora hanno il posto assicurato in Italia, a chi mi diceva di lasciar perdere, a chi mi ha detto che non potevo fare bene il ricercatore, a chi ha fatto il post-doc fuori, non pubblicato nulla ed avuto il posto nell'Universitá italiana, questa é la mia piccola soddisfazione, per quello che conta."


Lo sfogo di chi ha vissuto sulla pelle quello che di continuo si sente dire sulle clientele e i nepotismi su cui si basano le nostre università.
Orgogliosi di essere Italiani quando si sente di queste cose no?
Ma Gatto risponde così:

"Niente di quello che ho fatto é italiano o svedese, ma solo frutto del lavoro di un essere umano, almeno a me piace vederla cosi."

C'è da riflettere su questa cosa.
Io comunque non posso non sentirmi un pò riscattato da questo fatto, e visto che ci ho preso gusto vi cito il commento di roquentin:

"Nessuno può fermare un napoletano bravo all'estero.
Guagliò, mo' però nun t'allanzà e acàla 'a capa e fatica."

Traduco la seconda parte in dialetto, che secondo me è la sintesi del successo (quante cose stò capendo in vecchiaia):
"Ragazzo,adesso però non ti pavoneggiare, abbassa la testa e continua a lavorare".

Gatto è umile però a me piace sapere che insieme a tutti i luoghi comuni, alle immagini della nostra città ricoperta di immondizia, in giro c'è anche gente come lui che un pò riscatta la nostra marcia reputazione.
Mo però nun c'allanzamm', acalamm' 'a capa e faticamm! :)


Mentre scrivevo si è fatto settembre,
un anno decisivo si è aperto un quarto d'ora fa!
Già perchè come detto da Federico, anch'io penso che l'anno nuovo non cominci il primo gennaio ma a settembre.

Buon Anno a tutti quindi!
fate cose buone!!!

Bisogna vivere da Uomini

"...e su questo terreno, traballante a ogni passo,
dobbiamo fare il meglio che possiamo per vivere degnamente, da uomini,

pensando, operando, coltivando gli affetti gentili;
e tenerci sempre pronti alle rinunzie senza per esse disanimarci. "


Benedetto Croce

martedì 26 agosto 2008

Saggezza popolare e inaspettata \ 2

E' già successo in passato che da una chiacchierata tra amici uscisse fuori qualche perla di saggezza, tipo questa.

Qualche sera fa più o meno è successa la stessa cosa.
Parlando del più e del meno, delle scelte di vita che richiedono da un lato coraggio ed anche incoscienza e dall'altro razionalità ed un minimo di programmazione, genio (puntino) e sregolatezza (il sottoscritto) hanno sintetizzato un altra ovvia verità.

"Fare dei cambiamenti di vita anche importanti,
è come tuffarsi in acqua.

L'acqua può essere profonda o semplicemente troppo fredda e quindi si tentenna.

All'ora l'unica cosa da fare è prendere lo slancio e fare un bel tuffo."


La metafora è forse banale ma capita a tutti di provare questa sensazione quando si va al mare.
Io credo sia un ottimo esempio, un pensiero che viene buono per quando si ha un pò paura di tuffarsi nella vita.

martedì 19 agosto 2008

Nuova disciplina olimpica

Io inserirei il piegaggio rapido di magliette come disciplina olimpica!
Guardate questa signora come piega in fretta le T-Shirt.
Adesso non ho più scuse per buttarle in valigia approssimativamente piegate :p

Visto che oramai per questioni di sponsor si butta nel calderone olimpico qualsiasi sport...perchè non farci entrare pure questo?
Tipo...il calcio che c'entra con le olimpiadi??? Boh!


P.s.manco il fioretto forse è una delle discipline classiche, però far viaggiare le fiorettiste azzurre in classe economica e i calciatori under 21 (che le hanno malamente prese tra l'altro) è statal'ennesima rappresentazione dello schifo italico, ovvero come perdersi nelle stronzate quando ci sarebberò cose serie da affrontare.

P.p.s visto che tutti i blogger hanno affrontato il tema delle olimpiadi che fa figo, un posticino lo dovevo fare pure io no?


Puntata 146 di Non Rassegnata Stampa



domenica 17 agosto 2008

Discriminazioni sessuali. Maschi discriminati in Svezia. quando in Italia?

Leggevo questo articolo, segnalato sul forum di mondosvezia, che la ministra per le pari opportunità è al centro di polemiche che la vedono poco attiva per sanare i gravi problemi che affliggono il maschio Svedese.
Poverino!
Egli è trattato in modo impari sul lavoro, ci sono soglie di età diverse per entrare nei locali tra ragazze e ragazzi, trattamenti differenti in materia di ferie, linee di giocattoli erotici distribuite nelle farmacie dedicate solo a lei.
Per lui niente! (questo è gravissimo!!!!??....).

Insieme a questi "graaaviiiiissimi" problemi ce ne sono anche altri realmente concreti, tipo il trattamento impari tra mamme svedese, che godono di facilitazioni per occuparsi dei figli, e papà Svedesi.
La ministra dice che per ora ci sono problemi più importanti di affrontare...però povero uomo svedese! a ello chi ci pensa? non hanno mica Mara Carfagna......


Al di là della troppo facile ironia ricordo un articolo di qualche mese fa in cui si denunciava l'aumento di molestie sessuali ai danni di uomini.
Adesso da Italiano rozzo, maschio maschilista e sessista mi verrebbe da dire...quando raggiungeremo le pari opportunità anche in Italia?????????? Mi auguro che la ministra Carfagna colga il mio grido di dolore.

P.s. se vi scappa di leggere l'articolo originale e commentare mi fa piacere così magari forse, può essere...può darsi, che ritorniamo un attimo seri. ma è difficile!

P.p.s. Viva la Svezia!!!


Puntata 145 di Non Rassegnata Stampa

Questa è proprio forte.
Vi sfido a non morire dalle risate!!!



domenica 10 agosto 2008

Conan Il ragazzo del futuro.


Per caso mi è tornato alla mente uno dei cartoni animati più belli mai visti sulla faccia della terra.
Conan il Ragazzo del futuro.

Un pò malinconico e triste, i cattivi mi facevano proprio paura quand'ero piccolo.
Ma poi Conan ce la faceva sempre.

La sigla Italiana è bellissima e tutte le volte che la ascolto mi fa venire i brividi.
Vi ripropongo quella Italiana e quella originale giapponese, anche se non c'è proprio paragone, quella Italiana è assai più bella.
Per maggiori info date uno sguardo anche quì.

Versione Italiana




Versione Giapponese



sabato 2 agosto 2008

Seneca pure c'ha ragione...

...quando dice:

"Marcet sine adversario virtus"



Cosa sarebbe la nostra vita senza nuove sfide?
Il talento e le capacità che ogn'uno ha marcirebbero davvero.
Ma quante ne sapevano questi antichi???? :)