Orgoglio Partenopeo

Loading...

mercoledì 30 aprile 2008

Puntata 131 di Non Rassegnata Stampa



Ho 30 anni e sono incinta

Da Repubblica.it :




Egregio Presidente,
sono incinta.
Egregio Presidente, ho quasi trent'anni, ho un lavoro, sono sposata e sono incinta.
Egregio Presidente, tra un paio di settimane abortirò!! Nonostante la mia non fosse una gravidanza programmata, l'aver scoperto di essere positiva al test mi ha dato un'emozione bruciante, una felicità incontenibile. L'idea di aver concepito un figlio con l'uomo che amo è qualcosa di così forte ed intimo che è impossibile da spiegare.


Ad ogni modo la mia gioia non ha visto la luce del giorno dopo. Ben presto la ragione, come spesso accade, ha preso il posto del cuore e mi ha schiaffeggiata forte, come si fa per scacciare in un colpo una forte sbronza.

La verità, mio caro Presidente, è che nonostante sia io che mio marito abbiamo un lavoro, un lavoro che ci impegna 6 giorni alla settimana e che abbiamo trovato dopo infiniti "lavoretti" che definire umilianti e sottopagati è dir poco; ebbene dopo tutto ciò, ad oggi le nostre entrate ammontano a circa 1.300 euro al mese.

Per trovare questo lavoro qualche anno fa ho rinunciato a portare a termine la mia carriera universitaria. Nonostante il profitto fosse elevato e la mia media superasse il 29, dissi addio ai miei studi e al mio praticantato da giornalista. Quest'ultima rinuncia fu per me la più dolorosa perché la verità è che, seppur i miei compiti di neofita fossero praticamente identici a quelli di un professionista, non ho mai riscosso neppure un centesimo dal quotidiano locale per il quale scrivevo. Il lavoro era splendido, ma non si può vivere solo di passione.

Purtroppo la vita mi mise di fronte ad una scelta. Mi ero innamorata e desideravo vivere insieme al mio compagno, quindi, o perseguivo la mia ambizione, che mi imponeva però di gravare ancora sulle spalle della mia famiglia, oppure spiccavo il volo e mi rimboccavo le maniche accettando qualsiasi tipo di occupazione che mi garantisse un reddito, dandomi la possibilità di coronare il mio sogno d'amore. Scelsi la seconda strada. Scelsi l'amore! Scelsi l'amore e glielo assicuro, Signor Presidente, non c'è stato un giorno, da allora, in cui io me ne sia pentita!!!

Ora però è diverso...!

Presidente, ora devo scegliere se essere egoista e portare a termine la mia gravidanza, sapendo di non poter garantire al mio piccolo neppure la mera sopravvivenza; oppure andare su quel lettino d' ospedale e lasciare che qualcuno risucchi il mio cuore spezzato dal mio utero sanguinante, dicendo addio a questo figlio che se ne andrà via per sempre!! Non importa se ce ne saranno altri dopo di lui... Il mio bimbo non tornerà più!! Non tornerà mai più!!!! Ma questa è la vita!! Giusto, Signor Presidente???

Si, questa è la vita!!! Qui non c'è nessuno che ti tende una mano, nessuno che ti aiuti quando hai veramente bisogno!! E per favore, mi risparmi banalità del tipo: "Dove si mangia in due, si mangia anche in tre!!".

Mi risparmi la retorica, perché è l'ultima cosa di cui ho bisogno. Sa benissimo anche Lei che se ad oggi, ad esempio, decidessi di adottare un figlio, nessun Ente mi accorderebbe mai il suo consenso. Nessun assistente sociale affiderebbe a me e a mio marito un bambino e questo perché i nostri introiti verrebbero considerati insufficienti al sostentamento di un'altra persona. Nessuno si sentirebbe di condannare quell'assistente sociale per una scelta di questo tipo, giusto?? Egli sarebbe considerato un professionista attento ai bisogni del minore. E allora mi chiedo e chiedo a chiunque sia pronto a dire che non si dovrebbe mai abortire, perché "se c'è l'amore c'è tutto", io chiedo a queste persone: "Ma hanno forse più necessità i bimbi adottivi rispetto a quelli biologici???"

Credo di no, Signor Presidente!! Credo proprio di no!!!!! Comunque è inutile arrovellarsi su dubbi e domande che non troveranno una risposta e che, già lo so, continueranno a tormentarmi e ad attanagliarmi l'anima per sempre!!!

Ma c'è una domanda, mio caro Presidente, a cui vorrei che Lei rispondesse: PERCHE', per il solo fatto di aver avuto la sfortuna di nascere in questo paese, un Paese che detesta i giovani, che ne ha già ucciso sogni e speranze e che ha già dato in pasto ai ratti le ceneri del loro futuro; ebbene perché per il solo fatto di esser nata qui, ho dovuto rinunciare prima alla mia ambizione a crearmi una carriera soddisfacente, e cosa infinitamente più drammatica, sono costretta adesso a rinunciare al mio DIRITTO ad essere MADRE?????????

(30 aprile 2008)

martedì 29 aprile 2008

Fucili caldi anche di notte


La prima volta non si era reso abbastanza ridicolo, e così per fugare ogni dubbio ha ridetto la stessa puttanta...
Ma non era meglio se faceva il cornettaro?



Oh Signur! tempi duri =)

Coldplay download free per 7 giorni

Come già successo in passato per i RadioHead e Barbara Hendricks, anche i Coldplay usano la rete per farsi pubblicità.

Nel primo caso era possibile scaricare un intero album.
In questo caso il gruppo noto per successi come ,Yellow e Clock, usa una strategia più soft.
Apprendo infatti dal Blog di Paolo Attivissimo e da Speed Blog che il loro ultimo singolo, Violet Hill, sarà gratuitamente scaricabile per una settimana dal sito ufficiale della Band.

Io l'ho appena fatto.
Detto tra noi...il singolo non mi piace troppo, però provare per credere alla fine sono gusti.
Al di là di questo resta il fatto che il metodo di promuoversi direttamente online, dando la possibilità di scaricare un brano o anche un intero album stà diventando sempre più diffuso.

Ottimo per gli squattrinati come il sottoscritto :P.


Buon ascolto :)

p.s. giusto per gradire vi metto il video di Fix You. un brano bellissimo!

mercoledì 23 aprile 2008

lunedì 21 aprile 2008

Video a 360°

Leggevo su Giornalismo d'altri tempi, di Immersive Media.
Potrei stare quì a spararmi le pose (a tirarmela) dicendovi un sacco di parole difficili su come si realizzano questi video.
Invece sopra vi linko l'articolo che ho letto io e sotto vi posto un video che spiega più di tutto di cosa si tratta.

Un consiglio, mentre guardate il video tenete premuto il pulsante sinistro del mouse e girate...poi mi direte.
questo video quì è bellissimo per gli amanti del mare e non.


Ciauzzz.

mercoledì 16 aprile 2008

Puntata 129 di Non Rassegnata Stampa

Senza perdere di vista le cose serie, facciamoci pure due risate.
Eccovi la puntata 129 di Non Rassegnata Stampa.

Buona visione.



Le elezioni viste dai giornali europei



Copio e incollo un articolo di limes a cura di Cecilia Tosi.
Questo pezzo riporta le reazioni dei giornali europei ai risultati dell'ultima tornata elettorale Italiana.
Buona lettura!

Le elezioni viste dai giornali europei

di Cecilia Tosi

I risultati delle nostre ultime legislative sono sulle prime pagine di tutte le testate del continente. Titoli e commenti del day after

FRANCIA

Libération

L’Italia alla mercè di Berlusconi. Le elezioni legislative consacrano il ritorno in carica del Cavaliere. Ma ormai, di fronte a lui, i democratici di Walter Veltroni sembrano un avversario di peso, capace di incarnare un’alternativa credibile.


Le Monde


Questo scrutinio potrebbe portare alla fine un cambiamento. Anche se la destra si presenta dietro un redivivo, nella persona di un Berlusconi rinvigorito dalla prospettiva di una nuova vittoria, il paesaggio politico italiano sta mutando. Sotto la direzione di Veltroni la sinistra democratica si è riunita senza immischiarsi con alleati tra le diverse creature prodotte dai reduci del comunismo. Questo rifiuto gli è forse costato il potere, ma può far progredire il bipartitismo in un paese celebre per le sue coalizioni contraddittorie e effimere.

SPAGNA

El Mundo

Veltroni, leader di un partito che si presentava per la prima volta alle elezioni generali, ha sottolineato che il risultato ottenuto è «molto importante» e ha ricordato che lo scorso settembre la differenza con il Popolo della libertà era di 22 punti. Ha parlato di una «gran rimonta» che gli permetterà di portare in Parlamento «la maggior forza riformista mai avuta in Italia». Tra le vittime del trionfo di Berlusconi c’è invece il presidente della Camera Bertinotti. In una decisione che ricorda, in Spagna, le dimissioni comunicate alla base dal leader di Izquierda Unida Gaspar Llamazares, Bertinotti ha annunciato che abbandonerà la guida della coalizione.

La Vanguardia

Questo scrutinio in Italia presenta tre novità:
1 Il voto va ai partiti e non alle coalizioni: Veltroni ha preso la decisione intrepida di correre da solo e gli altri hanno dovuto adattarsi per non apparire “vecchi”
2 dal nuovo governo dipenderà il futuro del Paese. Dovrà affrontare una crisi senza precedenti, per il problema della povertà, della casa, dell’inadeguatezza dei trasporti pubblici, del cattivo andamento dell’economia a causa del comportamento delle corporazioni e la mancanza di meritocrazia. Ma nessuno di questi temi è stato veramente affrontato in campagna elettorale.
3 queste elezioni sono anticostituzionali, perché 350.000 cittadini hanno chiesto un referendum per cambiare la legge elettorale e hanno ottenuto che si tenesse ad aprile, ma la crisi politica lo hanno rimandato a data da destinarsi.

GRAN BRETAGNA

Guardian

Il futuro di Alitalia diventerà più chiaro con Berlusconi primo ministro. La compagnia aerea perde un milione di euro dei contribuenti al giorno e da questa settimana riprenderanno i negoziati per il suo acquisto da parte di Air France/Klm. Il miliardario re dei media si è sempre opposto a questa operazione e adesso ci svelerà se c’è una soluzione italiana.

Independent

L’economista della Jp Morgan Silvia Pepino descrive i problemi italiani come «di lungo corso e ben radicati, che difficilmente si risolveranno dopo le elezioni, indipendentemente dal vincitore». La morale dei cittadini è minata dalla crisi della spazzatura a Napoli come dall’affare Alitalia e dallo scandalo mozzarella. La crescita economica stimata dal Fondo monetario è dello 0,3% e il debito pubblico è al terzo posto tra i più alti del mondo. Berlusconi, che domina i media italiani, ha promesso di eliminare il debito, tagliare le tasse e far fuori il crimine. L’analista politico D’Alimonte ha dichiarato alla televisione che queste elezioni rendono l’Italia un paese normale, perché adesso ci sono due partiti che da soli rappresentano il 70% degli italiani.

GERMANIA

Sueddeutsche Zaitung

Finalmente due partiti popolari sembrano aver stabilito il loro potere in Italia, rinnovando il panorama di divisione partitica che contraddistingueva il Paese. Gli analisti considerano il rinnovo del sistema un buon risultato. L’Italia soffre soprattutto per la crisi internazionale dell’economia, cattive infrastrutture, lentezza della burocrazia. Veltroni ha subito offerto al vincitore la sua disponibilità a collaborare per le riforme elettorali e costituzionali.

BELGIO

Le Soir

La destra è tornata a Roma. I grandi perdenti sono i piccoli partiti che hanno snobbato le alleanza. L’Udc, che ha abbandonato la coalizione di Berlusconi di cui aveva fatto parte dall’inizio della sua storia, ma soprattutto la Sinistra arcobaleno che aveva partecipato al governo Prodi (paralizzandolo regolarmente) e di cui Veltroni ha preferito sbarazzarsi.

GRECIA

Kathimerini

Il leader della destra italiana ha annunciato la sua vittoria sottolineando che l’Italia va incontro a mesi molto difficili. Bertinotti, leader della Sinistra arcobaleno, ha annunciato le sue dimissioni dopo un clamoroso fallimento: «Il mio ruolo di guida finisce questa sera, anche se continuerò nella mia attività politica». Il presidente della Camera ha aggiunto che «la grandezza della sconfitta era imprevedibile. Adesso tutti i soggetti della sinistra italiana devono partecipare a una redefinizione».

POLONIA

Gazeta Wyborcza

Tifoso di calcio, miliardario e magnate delle televisioni, Berlusconi ha vinto contro i politici intellettuali. La mancanza di grandi differenze tra i programmi dei due principali schieramenti ha fatto sì che gli italiani abbiano scelto Berlusconi ma anche dimostrato stima al rivale Veltroni. Il leader del Pdl consigliava alle giovani precarie di sposare suo figlio, ma gli italiani sperano che con lui avverrà un miracolo economico.

lunedì 14 aprile 2008

Si poteva fare

ilvio c'è non lo pubblico, non ce la faccio. mi fa troppo ridere.

A giochi ormai fatti, vi pubblico il video del PD che tanto mi ha colpito con sotto il testo.


Il paese ha scelto.
Al di là di chi abbia vinto, come ogni persona di buon senso, mi auguro che l'azione del prossimo governo sia concretamente orientata al bene del paese.
Spero si possa fare.


Auguri Italia!(fatti forza :P)



SI PUO’ FARE

Tratto dal discorso di Spello di Walter Veltroni.

L’Italia sembra aver perso la certezza che domani sarà meglio di
oggi.
Vogliamo voltare pagina. Vogliamo avere voglia di futuro.
È il tempo del coraggio e del cambiamento, della decisione e della
responsabilità.
Non pensiamo al destino di questo o quel leader, non pensiamo a
questo o a quel partito, ma al destino dell’Italia. Al nostro
Paese, alla sua struggente bellezza, alla sua storia grande e
tormentata, alle difficoltà del suo presente e alle straordinarie
potenzialità del suo futuro.
Il futuro è l'unico tempo in cui possiamo andare.
Andiamoci insieme, basta credere in ciò che l’Italia può essere.
Dobbiamo fare una scelta tra passato e futuro. È una scelta
facile, per chi ha coraggio. Guardiamo negli occhi l'Italia e
diciamole che comincia un tempo nuovo.
Lo possiamo dire perché abbiamo deciso di correre liberi. Liberi
finalmente di non mediare parole, di non attenuare cambiamenti
possibili, non rinunciare a ciò che crediamo giusto.
Sembra invece che ovunque si voglia bloccare quella meraviglia che
è il nuovo. Il nuovo che sorge dal talento, dalla scienza,
dall’energia delle donne e degli uomini.
Noi ci crediamo, abbiamo fiducia nel futuro e vogliamo regalarci
una speranza.
Vogliamo immaginare qualcosa che non c’è e lavorare e faticare per
realizzarlo.
Si può fare.
Tocca a noi. Tocca a milioni di italiani. Tocca ai giovani che
nelle grandi sfide del passato ancora non c’erano.
Possiamo essere la generazione di italiani alla quale domani i
nostri figli e i nostri nipoti guarderanno con orgoglio, dicendo:
“hanno fatto ciò che dovevano, l’hanno fatto pensando a noi”.
Si può fare.
Facciamo un Paese grande e lieve. Un’Italia moderna, serena,
veloce, giusta.
Il futuro, è l'unico tempo in cui possiamo andare.
Andiamoci insieme, basta credere in ciò che l’Italia può essere.
Si può fare.
Si può fare.
Si può fare.
...

sabato 12 aprile 2008

Domani si vota...

In un altro post, questo, pubblicai un video in cui Eduardo De Filippo fa delle acute osservazioni sulla questione voto.

Parlando con le persone, leggendo i blog, seguendo un pò la campagna elettorale vista dal lato dell'elettore, avverto una sensazione comune a molti.

Quale?
Bhe il sentore comune è che comunque si decida di esprimere il proprio voto, esso sarà in ogni caso speso male.
"Si tratta di scegliere tra merda secca e merda liquida" ha detto qualcuno.

Mentre qualc'un altro ha detto:
"c'è da dire una cosa: il problema dell'italia, a prescindere dai vari governi che si sono succeduti dal 48 ad oggi, sono gli italiani!!
Hai voglia a cercar gente onesta, capace, affidabile nella classe dirigente quando i primi a cercare sempre una scappatoia, una via più facile, è la maggior parte del popolo.
Finchè in questo paese prevarrà il concetto che chi ruba è furbo e chi è corretto è fesso, c'è poco da starcela a raccontare."

Queste sono due osservazioni che esprimono il disagio di tutti quelli che vedono un paese con un enorme potenziale quale l'Italia è, andare a puttane.
diciamocelo senza giri di parole.

Non so se andare a votare ne chi votare però mi andava di pubblicare questo sfogo.

rieccovi il video di cui vi parlavo all'inizio:



mercoledì 9 aprile 2008

Educazione, Civiltà, Senso Civico + S. Pietrini

Oggi mentre tornavo a casa percorrendo corso Umberto I,
come spesso mi capita,
ho incrociato dei turisti stranieri (che poi che ci venite a fà???[domanda retorica]).

Una signora camminando camminando, si è presa la briga di fermarsi e re infilare un sanpietrino, o blocchetto di porfido lastricato, nella sua sede.
Un gesto semplice che mi ha suscitato tutta una serie di pensieri segamental\filosofici :D.


Tipo...
quanto migliore sarebbe il nostro mondo se tutti noi ci prendessimo la briga di rimettere a posto ogn'uno un sanpietrino fuori posto?

...

martedì 8 aprile 2008

Macchinettadimerdaffanculo!

Scusate il titolo. non è da me!

però oggi il distributore a gettoni dell'università si è fregato 50 centesimi di €uri (quasi 1000 lire O_o).
Io ignaro studente mi sono appropinquato alla bastarda.
Ho inserito lo spiccio (10 centesimi),
ho visto che entrava ma non scivolava la moneta e allora ho spinto con 20 centesimi,
e poi altri 20....e poi ho preso un pezzo di cartoncino e infornato tutto...ma niente.

Poi dopo ho visto un foglietto con su scritto guasto....però porcadiquellamiseriacciazozza lo potevate scrivere un pò più grande, non è mica colpa mia se voi lo appiccicate così alla sanfrasà!!!!!!!!!

Il sonno e la stanchezza...pure colpa loro è!!!
Un vero e proprio attentato perchè le 3 del pomeriggio è un orario critico per lo studente che studia che si deve prendere una laura!!!

FAAAANCULO MACCHINETTA!!!



lunedì 7 aprile 2008

Mi ha scritto Water

Oggi nella cassetta delle lettere c'era una lettera (certo sarebbe stato strano trovarvi un etto di mortadella).
Di solito sono bollettini da pagare quando sono a nome mio.

Invece no. oggi no.
Era una lettera indirizzata a me nella mia persona medesima di persona da parte di Water Veltroni candidato premier del PD (Prendilo Dove tu sai mi verrebbe da dire...ma non è elegante quindi non lo dico).

Water nella lettera (che allego a fine messaggio),
mi fa tutto un papiello, un discorsone, che mi tocca pure nel vivo...
Mi dice che capisce che da parte mia c'è una certa diffidenza nei confronti della politica,
(e già perchè io sono ciovane e quindi lui mi ha scritto una lettera indirizzata a un ciovane perchè tutti i ciovani sono diffidenti nei confronti della politica e non la capiscono la politica ecco spiegato lo speciale di Mtv dedicato alle elezioni).
Mi dice che vuole affrontare tutte le questione aperte nella nostra società, il probbema dei ciovani in Italia, l'ambiente, il sud e la legalità, la pace i diritti umani...

Un sacco di cose. ma proprio tante. una pagina piena.
Mi fa poi notare che nel 2008 non è facile essere ciovani (io non mi piango addosso però devo dire che manco nel 2007...).
Che vacillano le certezze, che il futuro del pianeta...e la democrazia...bla bla bla.

Però il PD è quì per invertire la rotta, per smettere di guardare indietro, per cambiare l'Italia, che la mia generazione è pronta a farsi sentire...


Poi il finalone.
mi chiede di stare con loro perchè così posso contribuire ad un Italia giovane e moderna, più serena, più veloce e giusta.



Cazzo mi ha preso!
peccato che ha detto le stesse cose che mi sono state dette in passato, e che sono state detta a tanti altri...tutta fuffa! vogliamo i fatti.
quindi ancora non si sa che fare...

tengo a precisare per la precisione, e per la par condicio, che ho pubblicato solo la lettera che mi ha scritto Water perchè almeno lui mi ha scritto.
Ilvio invece non si è proprio fatto sentire, e devo dire che un pò ci so rimasto male.

Nel prossimo post metteremo a confronto gli spot del PD con quelli di Ilvio.

p.s. Water ma poi a te...chi cazzo te lo da il permesso e la confidenza di chiamarmi Top??? che è st'abbreviativo? che siamo amici? abbiamo mai mangiato insieme?
fino a mo avete mangiato solo tu e baffetto se vogliamo essere pigniuoli. :[ (questo dovrebbe essere baffetto in formato emoticon)

p.p.s. spero che il mio tentativo di satira piaccia. perchè per come si sono messe le cose...non ci resta che ridere! finito lo humor siamo proprio nella erda.


domenica 6 aprile 2008

Un buon motivo per andare a votare

In questi giorni la campagna elettorale è diventata più aspra, come è pure giusto che sia.
Siamo a meno di una settimana dal voto.

Per gli indecisi ho trovato un buonissimo motivo per andare a votare.

Quale?

Impedire ad individui così di entrare in parlamento o almeno limitarne l'impatto.

Spero che nessuno imbracci il fucile per questo mio intervento tipicamente terrone.
Cioè...uno così deve avere il potere di decidere del futuro altrui?
Il periodo in cui han fatto danni al governo probabilmente non è stato sufficiente?

Sono sconcertato.
Non è mia abitudine scrivere così, in questi toni, ma sono rimasto esterrefatto dalla stupidità di questa particolare "uscita".
Altri personaggi pubblici, quando se ne escono con una qualche sparata fanno almeno ridere.


Sgomento!


L'allegrezza di vivere

Qualche amico, una bottiglia di chianti rosso, salame, soppressate e un buon formaggio paesano.
Queste piccole cose ti danno l'allegrezza di vivere!

sono quasi le 3 sono a casa di Peppe Pollino e m'ha preso l'allegrezza di vivere.



p.s. questo post non è conseguenza del chianti ma della Kilkenny rossa. a buon intenditore....;)