Orgoglio Partenopeo

Loading...

domenica 24 febbraio 2008

Comincia la sfida della Munnezza \ riusciremo a differenziare?

Stamattina gli addetti alla nettezza urbana oltre a raccogliere i rifiuti (accumulati in una settimana), hanno portato via i bidoni normali che abbiamo sempre avuto, sterilizzato l'area e attaccato sui portoni di tutte le abitazioni il volantino che vi allego sotto.
Pare che stia davvero partendo la raccolta differenziata.

Spero con tutte le mie forze che questa sia la volta buona.
tuttavia se tutto dovesse andare nel migliore dei modi la differenziata non basterebbe.

Venerdì sono stato a una conferenza incentrata sul problema rifiuti a Napoli e cifre alla mano, la differenziata non basta.
Sul breve\medio periodo ci vogliono ancora le discariche e poi trovare un sistema definitivo per smaltire davvero.
Purtroppo non avevo con me il registratore e quindi non vi posso riportare i dati esatti ma solo farvi un riassunto.

Il punti principali della conferenza erano:
-aumentare la differenziata
-costruire inceneritori a norma nei quali vengano smaltiti solo rifiuti selezionati
-controllo del territorio

Sulla differenziata c'è poco da dire.
Per quanto riguarda invece gli ultimi punti invece ci sarebbe da discutere per anni.
Gli inceneritori si ha il timore che possano essere usati per smaltire di tutto e quindi producendo più danni che benefici, soprattutto se inseriti nel contesto di illegalità che quotidianamente viviamo.

Il controllo del territorio è un punto molto importante, assai più di quanto possa sembrare.
Infatti con le tecnologie oggi messe a disposizione, è possibile avere foto satellitari in tempo reale che permettano quotidianamente di controllare se qualcuno smaltisce illegalmente e se le discariche vengono portate avanti e controllate nel miglior modo possibile.
La pubblica amministrazione ha sempre sostenuto di essere stata allo scuro di quanto succedeva illegalmente nell'entroterra campano.
Tuttavia questo è un alibi che non regge perchè anche il singolo cittadino ormai con un pc e una connessione a internet può fare da sentinella.
Figuriamoci cosa potrebbe e dovrebbe fare lo Stato (che da noi è totalmente assente o non c'è mai stato).

La conferenza è stata pubblicizzata male e c'era poca gente ma è stata molto interessante.
Sono state toccate altre tematiche che è difficile riassumere in poche righe.
Se interessa possiamo anche approfondire l'argomento.

Intanto eccovi il volantino della differenziata che, si spera, stà per partire anche nella mia "ridentissima" città.


Buona Domenica.

8 commenti:

  1. ciao Top,
    la differenziata dalle parti miei ancora deve partire (e chi sa se partirà).
    Differenziare va bene per una strategia a lungo periodo ma non per fronteggiare l' emergenza attuale, in ogni modo è un primo passettino.
    speriamo che le cose migliorino sensibilmente nel giro di un paio di mesi perchè la Germania che al momento si sta prendendo la nostra immondizia (e si arrichisce) accetterà i nostri rifuti fino a Giugno e dopo di che sono c... nostri.
    Il termovalizatore oramai già ce l'abbiamo e così come è (struttura antiquata se confrontata con le attuali tecnologie) è meglio portarlo a termine anzichè disfare tutto e ricominciare un'altro opera monumentale che richiederà soldi e tempo.
    il motivo per cui non viene portato a termine penso che sia sotto gli occhi di tutti.
    Con la differenziata è stato fatto il primo passo da parte delle autorità, ora tocca ai cittadini e vediamo cosa succederà.
    infine dove si è tenuta questa conferenza?
    Ciao

    RispondiElimina
  2. la conferenza si è tenuta a presso Palazzo Giusso sede centrale e storica dell'universita degli studi di Napoli l'Orientale.

    Ma è stata pubblicizzata male ed organizzata ancora peggio.
    poi ti faccio io il riassunto di persona :P

    Differenziata se da oggi in poi si farà con criterio e seriamente servirà per educare il cittadino a una legalità alla quale francamente non sono più abituato.
    risultati veri sul fronte differenziata (se fatta seriamente) se ne vedranno da quì a almeno altri 3 anni.

    Per l'emergenza...se il termovalorizzatore entrasse in funzione domani stesso avremo sempre un eccesso di rifiuti da mettere da qualche parte.
    e non si sa dove o comunque quel dove è sempre una discarica (cioè un buco che prima o poi si riempie) in un area dell'entro terra che magari campa di prodotti tipici provenienti dalla terra.

    Il problema è complesso e articolatissimo ma deve essere chiaro a tutti che siamo pienamente ancora in emergenza e che anche se è un pò diminuito il lercio nelle strade nel giro di qualche giorno si rischia di ritornare di nuovo ai cumuli che ho fotografato io e che si trovano su youtube.

    Speriamo in bene ma io sono pesantemente negativo in quanto l'impegno della gente l'ho visto in passato e lo vedo ora.
    e come in passato temo che si finisca nuovamente in un nulla di fatto.

    RispondiElimina
  3. Qui in Svezia le tre soluzioni a cui si è arrivati a Napoli sono da anni attuate... dai, ed impegnamoci per una Napoli svedese, visto che a quanto pare gli svedesi partenopei già ce li abbiamo.

    RispondiElimina
  4. Eh si dai i Napoletani Svedesi ci sono.
    stiamo a vedere.
    la differenziata è partita!
    vengono a ritirarla (in giro per le periferie le montagne di rifiuti però ci sono ancora) e noi ci sbattiamo per farla.
    Non si sa bene ancora questa differenziata poi che fine faccia, dove viene raccolta, dove separata e dove vadano i materiali che si possono riciclare....però vabbè non si può mica avere tutto dalla vita.


    Ciao Rob grazie per essere intervenuto :)

    RispondiElimina
  5. Cosa ne pensi della vicenda Bassolino? Dovrebbe andare a casuccia, nevvero?

    RispondiElimina
  6. Bhe, Bassolino deve pagare la sua parte e solo quella.

    e soprattutto non deve pagare solo lui.
    Sono giorni che tutti quelli che lo hanno votato e che hanno tratto vantaggio dalla sua gestione (sua e soprattutto di chi ha in pungo il funzionamento del consiglio regionale).

    Bassolino è in gamba e ha fatto delle buone cose.
    purtroppo questo in pubblico non lo puoi dire,perchè noi siamo un elettorato ipocrita.
    Quelli che vogliono la sua testa ora sono gli stessi che fino a un anno fa stavano zitti perchè conveniva.

    tu da Scienziato Politico puoi capire bene le dinamiche.
    Se bassolino è stato eletto con percentuali così elevate ci sono delle ragioni precise.
    Diciamocelo chiaramente se pure Bassolino fosse il più puro e retto degli uomini, devi sempre sottostare alla maggioranza in consiglio.
    e indovinate in assemblea chi governa e ha potere di far cadere tutta la giunta?

    se state pensando agli stessi che hanno fatto cadere il governo...ci avete preso.
    Senza scordarci di un certo De Mita che in entrambi i mandati presidenziali di Bassolino ha avuto lui il potere in mano.


    Noi siamo un elettorato\clientela che si merita questo.
    riscontro lo avremo dopo le elezioni guardando i voti che prenderà Mastella.


    se vuoi ne riparliamo Federico :)
    ciao.

    RispondiElimina
  7. Capisco, avevo intuito che la situazione fosse così. Ne riparleremo allora :-)
    Ciao!

    RispondiElimina

Lascia pure un commento :)