Orgoglio Partenopeo

Loading...

lunedì 12 luglio 2010

Free Sakineh

Tratto da Repubblica.it

Sakineh Mohammadi Ashtiani, è una madre di 42 anni, in carcere perché accusata di adulterio. Un tribunale islamico l'ha condannata nel 2006 alla pena di morte. Nel 2007 la Corte suprema iraniana ha confermato la condanna alla lapidazione, il supplizio previsto per le adultere. Un tipo di pena che in passato è già stato applicato molte volte ma che nel caso di Sakineh ha scatenato una mobilitazione internazionale senza precedenti. Vacillano le certezze della parte più militante del regime iraniano, mentre l'ala più moderna dell'apparato e della politica a Teheran si impegnano nelle proteste.


Io firmerò la petizione, visualizzabile a questo indirizzo.

Se pensate che la lapidazione sia una pratica barbara, se volete salvare Sakineh, firmate anche voi.

6 commenti:

  1. vediamo che succede.
    sta storia va avanti da troppo oramai.

    RispondiElimina
  2. ben fatto Larico :)


    grazie per essere passato di quà :)

    RispondiElimina
  3. eh, purtroppo l'iran è ancora uno dei pochi paesi in cui vige la repubblica islamica.
    mi dispiace dirlo, ma finchè al governo ci sarà ahmadinejad con il suo amico ayatollah, non cambierà nulla...
    le rivolte ci sono, da parte dei verdi e di tutti coloro che si oppongono all'attuale governo (soprattutto studenti), ma il regime riesce sempre a reprimerle nel sangue, come quella della festa dell'ashura.
    dall'esterno si può fare ben poco, l'iran è chiuso in sè, per evitare la tendenza ad occidentalizzarsi (vedi le centrali nucleari per ottenere l'indipendenza dall'occidente, l'iran vende il suo petrolio grezzo alle multinazionali occidentali e lo ricompra lavorato), inoltre gli altri paesi non aiutano la cosa, pensa che un paio di mesi fa qualsiasi banca (da quella di dubai, a quella italiana), si è rifiutata di accettare lettere di credito iraniane, con tutte le conseguenze che ha portato... e questo lo chiamano aiutare?
    purtroppo il caso di mohammadi non è l'unico, forse il più conosciuto, ma in iran continuano le esecuzioni(in sistan e baluchestan, nel sud, la gente continua a venir impiccata).
    detto questo, escludendo la forma di governo, l'iran è un paese stupendo, con gente cordialissima, paesaggi da toglier il fiato (kurdestan, golestan, khorasan, etc) e con un bagaglio culturale non indifferente, cerchiamo di vedere questo paese anche per i suoi lati positivi, magari imparando a conoscere questo paese, incrementando il turismo, qualcosa di buono ne esce ;)

    ops, mi sono dilungata troppo XD
    scusa, ma questo è il mio campo e la cosa mi prende ;)
    buona giornata
    dani

    RispondiElimina
  4. dani purtroppo, c'è una parte islamica che ci guadagna acchè l'Islam in occidente sia visto male.

    certo che bisogna conoscere meglio.

    come Andima può confermare vivendo lui in una città come Bruxelles, la convivenza fra culture diverse è difficile.
    facilissimo è cadere nel luogo comune.

    se leggi il suo blog ha scritto cose molto interessanti.

    è un argomento da trattare con le pinze e come è facile cadere nel luogo comune è altrettanto facile cadere nell'opposto eccessivamente buonista.

    guarda il film racconti da Stoccolma, c'è un episodio che coinvolge una famiglia musulmana.

    ti farà piangere e riflettere.

    Buon fine settimana.

    RispondiElimina

Lascia pure un commento :)