Orgoglio Partenopeo

Loading...

sabato 5 giugno 2010

Massimo Troisi

Il 4 Giugno 1994 Massimo Troisi diventava immortale.
C'è poco da scrivere di lui.
Non era grande, è grande.

Guardate e riguardate i suoi film; magari cominciate con le clip che vi posto se per vostra disgrazia, non avete mai visto un suo film :) .

« Comm'aggio accuminciato? Ecco... io ero 'nu guaglione... ero andato a vedere un grande film. Si trattava di Roma città aperta, chillo grande lavoro di Rossellini. Me n'ero uscito da o'cinema con tutte quelle immagini dint'a capa e tutte quante le emozioni dentro. Mi sono fermato 'nu mumento e m'aggio ditto... "Massimo, da grande tu devi fà 'o geometra".[1] »













Edit:

Aggiungo il primo dei quattro spezzoni di "Morto Troisi,Viva Troisi".
Su youtube trovate le altre tre parti.

15 commenti:

  1. È grande! Non so perché non ho mai visto quel film!!!Però la settimana scorsa abbiamo guardato "Ricomincio da tre" (si chiama cosÌ?). Ma devo dire che non mi piace così tanto "Il postino". Un paio di anni fa sono stata a un piccolo museo alla sua memoria a San Giorgio, ma non mi ricordo dov'era. Ci sei stato? È bellino.

    RispondiElimina
  2. Il postino è un capolavoro, ma non è il Troisi classico della formazione vincente della Smorfia e dei film con Lello Arena e la De Sio.


    tu sei privilegiata perché capisci un po più il suo linguaggio.
    ricomincio da tre è bellissimo ma guarda anche "scusate il ritardo".

    e guarda anche, se non lo trovi te lo mando, "Morto Troisi, Viva Troisi".

    RispondiElimina
  3. Carin su youtube lo trovi tutto anche se in bassa qualità

    http://www.youtube.com/watch?v=k8MZDpMqFYk

    RispondiElimina
  4. Io Troisi lo amavo. Davvero, non scherzo, lo trovavo anche molto attraente :). I suoi film li ho visti e rivisti, tutti senza eccezione alcuna. Mi ricordo anche quando ando' ad Indietro Tutta, trasmissione che non mi perdevo ;), grazie per quel clip e' un bel ricordo. Ogni volta che ripenso a Non ci resta che piangere rido da sola :)
    Il Postino lo vidi a dublino, all'Irish Film Centre. Qui grazie al cielo l'abberrazione del doppiaggio non esiste, per cui me lo sono goduto proprio. Mi ricordo che dopo il film andai in bagno e c'era una donna (irlandese) con gli occhi gonfi per le lacrime. Le dissi che e' vero, anch'io avevo trovato il film molto commovente (oltretutto sono una grande amante di Neruda). Ma lei ribadi' che aveva pianto per la premonizione, per il fatto che lui poi era morto davvero. L'aveva trovato un fatto molto tragico. Doveva essere un tipo in gamba, mi chiese, ovviamente aveva intuito che ero italiana. Gia', confermai io, un tipo davvero in gamba.
    Un altro di quegli italiani che ci rendono fieri della nostra nazionalita' all'estero. Grazie Massimo.

    RispondiElimina
  5. Dimenticavo: e me lo ricordo benissimo anche dai tempi della Smorfia: li' era spettacolare.

    RispondiElimina
  6. Il doppiaggio di per se non è un aberrazione.
    Adesso sul postino mi cogli impreparato, ma sul cinema italiano dei tempi che furono, l'aberrazione era il doppiaggio in Inglese o in altre lingue.

    Vale lo stesso discorso per i fil stranieri doppiati in Italiano che non è la loro "lingua di nascita".

    se Troisi lo ha scritto in Inglese il postino è come dici tu, altrimenti non lo è affatto.

    al di là di questo,
    c'è la sua voce nella versione Italiana.
    in quella Inglese è lo stesso? comunque non renderebbe.


    Comunque, Troisi non è morto.

    RispondiElimina
  7. @Baol, si grande, ma molto. :D

    RispondiElimina
  8. Ah Top, forse c'e' un fraintendimento... qui i film stranieri sono in lingua originale con i sottotitoli. Tutti!
    E comunque Troisi non si puo' doppiare... sacrilegio!

    RispondiElimina
  9. No no nessun fraintendimento, è che io non ne avevo proprio idea, sono io che ero nell'ignoranza :D

    così si dovrebbe fare!

    RispondiElimina
  10. Straordinario, Massimo ha uno stile così originale che è impossibile replicarlo.
    Nel "Il postino" non recita uno dei suoi classici personaggi, ma comunque la sua interpretazione è meravigliosa, così realistica...
    @Carin, ti raccomando anche "Non ci resta che piangere", un film in cui massimo si incontra con un altro genio, Roberto Benigni

    RispondiElimina
  11. @Puntino. questo si che l'ho visto! =)

    RispondiElimina
  12. con colpevole ritardo mi aggiungo al ricordo di un Grande Artista napoletano.

    pur non amando benigni come persona(artisticamente non lo discuto) mi ha colpito la sua dedica a Massimo.
    Sentita e sincera.

    Belle parole!

    RispondiElimina
  13. Troisi e' di quelle persone che ti fanno pentire di essere nato troppo tardi e non di averlo vissuto abbastanza, in tv, nel cinema, sui giornali, allo stadio, mentre era ancora vivo e le sue parole erano una eco di sorrisi e messaggi. Ci vuole tempo per rivederselo tutto, ma ne vale davvero la pena.

    Un altro ricordo, per ricordare la sua umiltà:
    http://www.youtube.com/watch?v=-lBclzksAPE

    RispondiElimina
  14. si nasce così. se uno è imbecille prima di avere successo diventa imbecillissimo.
    se è umano diventa umanissimo :)

    eh si peccatto non averlo conosciuto di persona.
    comunque rivedere i suoi film tutte le volte che vogliamo, lo rende un pò immortale.
    i personaggi dello spettaccolo, non muoiono mai in realtà.

    RispondiElimina

Lascia pure un commento :)